Excel saga

Link al forum
Autore: Koshi Rikdo
Anno: 1997
Edizione originale: Shonen Gahosha
Edizione locale: Dynit
Trama: Tratto da MangaDB

Across: nobile organizzazione per la spinta all'ideale con l'intento di conquistare il mondo per riforgiare e rieducare la razza umana. Il capo: Il palazzo, carismatico leader sempre intento ad analizzare l'uomo in tutte le sue sfaccettature, per capirlo e per dirigerlo al meglio. I membri dell'organizzazione: Excel e Hyatt, paladine di un mondo che verrà! Si può conquistare il mondo in tre? Ovviamente no.
Da questo presupposto parte la storia delle due beniamine, una agile e scattante (leggasi: nevrotica e lunatica), l'altra ponderata e riflessiva (leggasi: moribonda e deboluccia) che combineranno un sacco di guai cercando i mezzi per sostentare la loro organizzazione, generalmente tramite lavoretti part-time.
Ad accompagnarle nelle loro avventure ci sarà il poderoso Frattaglia, cuccioletto preso sotto la loro ala protettiva in qualità di "cibo d'emergenza" e, a contrastarle, ci saranno invece i membri dell'ufficio di sicurezza e garanzia ambientale i cui membri, a insaputa di entrambe le parti, sono proprio i vicini di casa delle nostre beniamine.

Come potrete capire dalla breve e incompleta introduzione che ho fatto poco sopra questo manga, composto da brevi episodi generalmente scollegati tra di loro, ha i presupposti per far ridere ad ogni vignetta. L'umorismo presentato è piuttosto variegato: si passa dal puro non-sense, alla parodia di film e di situazioni drammatiche (il famoso reduce di guerra che in ogni cosa rivanga situazioni belliche).
Purtroppo il punto debole del manga è il disegno; l'autore, che si rivela essere (basta guardare le copertine a colori) un illustratore più che buono, a contatto con la tavola e col bianco e nero, diventa confuso, costruendo tavole e vignette a volte di difficile comprensione.
Il risultato finale è un manga che fa ridere e che diverte, ma che è poco scorrevole nella lettura.

L'opera in questione, per concludere, è molto differente dall'anime. Non ci sarà Nabeshin, non ci sarà Pedro, non ci saranno i Puchu e, soprattutto, mancherà di quel divertentissimo citazionismo esasperato di serie animate che è riuscito a far tanto ridere ma che ha privato la serie di una sua autonomia e dignità.
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017