Giovanna D'Arco

Link al forum
Titolo originale: Jeanne
Autore: Yoshikazu Yasuhiko
Anno: 1995
Edizione originale: NHK Publishing
Edizione locale: Yamato Edizioni
Trama: Tratto da MangaDB

Giavanna D'arco, la pulzella, fu eroe e martire della guerra dei cent'anni, donna con il ruolo di condottiero che riuscì a riportare sul trono di Francia il legittimo successore morendo poi come martire sul rogo, condannata per stregoneria.
La donna infatti, la cui fede era sopra ogni altra cosa, sosteneva di essere guidata da voci angeliche nelle sue azioni, raggiungendo gradualmente un'influenza sul popolo tale da renderla pericolosa sia per il regno che per la chiesa.

Yoshikazu Yasuhiko, già autore di altre opere relative a personaggi storici quali Gesù, Alessandro Magno e Nerone, cerca di raccontarci la vita dell'eroina storica cambiando strada rispetto alle sue altre opere.
Le gesta infatti non vengono narrate illustrandoci gli avvenimenti in "tempo reale", ma vengono ripercorse a piccoli passi durante la narrazione di una nuova avventura.
Protagonista della storia è infatti Emile, giovane fanciulla costretta dal padre adottivo a vivere come un ragazzo per nascondere le sue vere origini. La storia è ambientata al periodo della Plaguerie, rivolta di alcuni nobili francesi insoddisfatti dell'operato di Carlo VII, il re riportato al trono proprio da Giovanna D'arco. Quando il padre della ragazza, in quanto nobile, viene chiamato a difendere il suo re, questa si offre di comandare la spedizione al suo posto. Il suo vero intento è però quello di seguire i passi di Giovanna, sua eroina fin dalla più tenera età quando ebbe occasione di conoscerla personalmente, vedendo i luoghi dove ha vissuto e cercando di seguire il suo esempio. Ora è proprio la pulzella a farle da guida tramite delle visioni, anche se non sempre la povera Emilie (il suo vero nome) crederà di riuscire a seguire l'esempio di un personaggio così retto e devoto alla propria missione.

Giovanna D'Arco, come tutte le altre opere della collana Grandi Personaggi Storici A Fumetti, è senza dubbio un'opera particolare, vista anche l'innegabile abilità dell'autore. Un'opera che documenta in maniera piuttosto scrupolosa gli eventi di un luogo e di un periodo non facile da comprendere per i giapponesi, ma che risulta senza dubbio più piacevole e meno didascalica rispetto ai suoi predecessori perché mette in scena, anche se in un contesto reale, protagonista e storia originali, e quindi capaci di attrarre e di incuriosire anche lettori che cercano qualcosa di più di una bibliografia a fumetti.
Visto anche il contesto di guerra, la storia ed i personaggi vengono resi in modo più interessante e piacevole, con caratterizzazioni forti, anche se abbastanza semplici. L'unico personaggio che sembra roso dal dubbio è proprio Emile, il cui ruolo sembra quello di fare da termine di paragone tra Giovanna D'Arco e l'uomo comune, colui che cerca di compiere i propri progetti senza avere a disposizione una volontà d'acciaio o, a seconda dei punti di vista, la grazia divina.

Il disegno, come nelle altre opere dell'autore, è espressivo e curato in ogni dettaglio. La ricostruzione si direbbe decisamente fedele, anche se non sono proprio avvezzo ai costumi del periodo, e resa ancora più piacevole dal fatto che i volumi sono completamente a colori.
A completare l'opera si segnalano le note finali di volume, che danno ulteriori informazioni sulla vicenda e mettono al corrente di sfaccettature impossibili da inserire in narrazione.
da DDT, 02/01/2017
da DDT, 02/01/2017